Piccole norme 1x1 – diapositive

Lo scivolo è indiscutibilmente un classico attrezzo da gioco e sempre popolare. Non dovrebbe mancare in nessun parco giochi. Ma cosa rende la diapositiva un elemento di gioco ambito? Quali diverse diapositive ci sono? E cosa è necessario considerare durante la pianificazione e il funzionamento?

Ci sono risposte a queste domande in questo numero del piccolo Norm 1x1 di OBRA-Design.

Cosa rende la diapositiva un elemento di gioco ambito?

I bambini devono imparare a "scivolare" man mano che si sviluppano. Ci vuole un po' di equilibrio e forza fisica per andare dall'inizio alla fine della diapositiva stando seduti. Ma una volta superato questo ostacolo, non c'è più modo di fermarlo. Ancora e ancora puoi guardare i bambini arrampicarsi sull'attrezzatura del parco giochi o sulla collina per arrivare direttamente allo scivolo, esultando e scivolando giù con un'espressione felice, solo per iniziare il gioco dall'inizio.

Questa popolarità ha sicuramente a che fare con la deliziosa esperienza stessa. Puoi sentire il vento sul tuo viso. Scivolare via e accelerare fa formicolare lo stomaco e scivolare ti fa sentire più leggero. Oltre a queste esperienze, si allenano anche la forza fisica, l'equilibrio e la coordinazione adottando diverse posture o modificando la velocità di partenza in immersione. Inoltre, la percezione spaziale viene allenata anche quando gli oggetti scivolano o possono scivolare. Oltre a queste percezioni sensuali e fisiche, lo scivolamento ha anche effetti psicologici. Imparare a scivolare aiuta ad affrontare e padroneggiare le sfide. Ha quindi un effetto positivo sulla fiducia in se stessi.

Quali diverse diapositive ci sono?

Da un lato, la distinzione può essere effettuata in base allo standard delle attrezzature da gioco (distinzione relativa alla sicurezza). D'altra parte, si può fare una distinzione anche in base al materiale utilizzato. Quest'ultimo incide sul comportamento allo scivolamento, sulla durabilità e quindi sui costi.

Distinzione di sicurezza

La norma europea sulle attrezzature per parchi giochi EN 1176, in particolare la parte 3, descrive i seguenti diversi tipi di scivoli nella definizione dei termini:
  • frana
    Spiegazione: la parte scorrevole segue in gran parte il profilo del pendio
  • diapositiva aggiuntiva
    Spiegazione: L'accesso avviene tramite altri dispositivi/parti di dispositivi, ad esempio una torre di gioco
  • Scivolo a spirale
    Spiegazione: la parte scorrevole scorre a spirale
  • diapositiva curva
    Spiegazione: la parte scorrevole contiene una o più curve
  • Scivolo staccato
    Spiegazione: dispositivo di gioco autonomo; l'accesso avviene tramite il proprio accesso
  • scivolo a tunnel
    Spiegazione: la parte scorrevole ha una sezione trasversale chiusa, solitamente a forma di tubo; sono anche spesso chiamati scivoli a tubo
  • Scivolo a tunnel combinato
    Spiegazione: uno scivolo progettato come uno scivolo a tunnel nella parte superiore si trasforma in una sezione trasversale aperta nella parte superiore
  • Scivolo a più corsie
    Spiegazione: Scivolo che ha più corsie divise da parapetti

Tuttavia, la norma non spiega ciascuno di questi tipi di guide di seguito, ma piuttosto i disegni delle parti di una guida sono definiti in generale e, se necessario, specificamente per i tipi elencati. Le parti di una diapositiva sono:

  • pezzo unico del sedile
  • parte scorrevole
  • parte fuori produzione

Inoltre, l'accesso è considerato anche un punto separato. Sulla maggior parte delle diapositive, questo è controllato da un altro pezzo di attrezzatura da gioco. Solo nel caso di scivolo autoportante la parte di accesso dello scivolo stesso è possibile, nel caso di scivoli in pendenza l'accesso può essere effettuato direttamente dalla pista.
A seconda della lunghezza della guida, la norma specifica requisiti diversi per l'uscita e l'area di impatto.

  • Nel caso di scivoli per bambini piccoli con una lunghezza della sezione dello scivolo inferiore a 1,5 m, il run-out deve essere lungo almeno 30 cm e questo può avere un'altezza massima di 20 cm dal suolo
  • Le parti di scorrimento delle guide più lunghe sono differenziate in base all'inclinazione nella direzione della guida (max. 5° o max. 10°). La lunghezza della parte di uscita dipende da questo. Per tutte le parti scorrevoli di lunghezza superiore a 1,5 m, l'altezza della parte della rampa non deve superare i 35 cm dal suolo

distinzione per materiale

Oggi ci sono una varietà di diversi materiali usati per fare le diapositive. Ci sono anche diapositive in cui vengono combinati diversi materiali. I materiali più comuni sono:

  • GRP (plastica rinforzata con fibra di vetro)
  • PE (polietilene)
  • Acciaio Inossidabile

GRP (plastica rinforzata con fibra di vetro)

Le guide in plastica rinforzata con fibra di vetro sono molto popolari. Sono leggeri e tuttavia stabili ed economici da acquistare rispetto alle diapositive in metallo. Sono costituiti da diversi strati di materassini in fibra di vetro pressati in stampi con poliestere. La colorazione è relativamente facile, il che significa che le diapositive in vetroresina sono disponibili in molti colori diversi o anche in versioni più colorate.
A seconda della frequenza dell'utente, delle influenze ambientali e del materiale di protezione anticaduta utilizzato (questo viene portato sullo scivolo dall'utente con scarpe e indumenti), il vetroresina si consuma lentamente o rapidamente. Se è prevedibile un'elevata pressione dell'utente o se la protezione anticaduta scelta è sabbia, si consiglia di scegliere un materiale diverso per lo scivolo. A seconda del numero di strati di tappetino in fibra di vetro utilizzato, il vetrino sarà più o meno stabile, compromettendo la durata. Lo spessore del materiale è quindi un criterio di qualità per le guide in vetroresina.
Il vetroresina è un materiale composito fragile che è meno resistente agli atti vandalici. Anche i veicoli per la manutenzione possono facilmente causare danni. Le riparazioni di GRP sono possibili solo in misura limitata. Un altro svantaggio è lo smaltimento del materiale composito, poiché non può essere riciclato bene.

PE (polietilene)

Le guide in polietilene plastico (PE) sono leggere quanto le guide in vetroresina grazie al materiale utilizzato. La stabilità si ottiene attraverso la forma e lo spessore del materiale. È anche il caso delle guide in PE che l'usura dipende dai fattori della frequenza dell'utente, dalle influenze ambientali e dal materiale di protezione anticaduta. Tuttavia, il PE ha un'ottima resistenza all'abrasione.
Le guide in PE sono prodotte utilizzando il processo di stampaggio rotazionale e sono colorate in tutto. Poiché il granulato utilizzato deve avere già il colore desiderato del prodotto finale, i vetrini in PE sono generalmente disponibili in varianti di colore limitate. A differenza dei vetrini in vetroresina, il PE non è un materiale composito, il che significa che i vetrini realizzati con questo materiale possono essere riciclati molto facilmente.

Acciaio Inossidabile

L'acciaio inossidabile come materiale per le guide è da un lato molto robusto, a bassa usura e quindi durevole, ma dall'altro è anche relativamente costoso. I maggiori costi di acquisizione sono chiaramente compensati dalla lunga usabilità. Non è raro che gli scivoli in acciaio inossidabile partecipino non solo a un ciclo di vita del prodotto di un parco giochi, ma anche a un secondo.
Le guide in acciaio inossidabile sono preferibili se si prevedono alte frequenze o se si utilizza materiale anticaduta come la sabbia, che causerebbe un'elevata usura delle guide di plastica in breve tempo. Un altro vantaggio è l'elevata resistenza agli atti vandalici.

Cosa bisogna considerare durante la pianificazione e il funzionamento?

Ci sono alcuni punti fondamentali che devono essere considerati quando si progettano e si azionano le guide per poterne garantire un uso sicuro.

Pianificazione:
Alla nostra latitudine, le diapositive dovrebbero sempre essere rivolte a nord o ad est. L'orientamento a sud o ad ovest riscalderebbe notevolmente la superficie dello scivolo dai raggi solari, rendendo lo scivolo inutilizzabile nelle giornate di sole. In estate, le superfici degli scivoli potrebbero riscaldarsi così tanto che i bambini, che hanno la pelle più sottile degli adulti, potrebbero addirittura scottarsi.
Le guide di fissaggio possono essere utilizzate solo per l'altezza di fissaggio specificata dal produttore/rivenditore. Se l'altezza di installazione dell'attrezzatura del parco giochi e dello scivolo non corrisponde, lo scivolo sarà troppo piatto o troppo ripido, l'altezza di uscita non soddisfa più i requisiti standard e ci sono facili punti di intrappolamento per indumenti o dita nell'area di seduta.
Nel caso di frane è difficile misurare l'altezza di attacco, ovvero il dislivello dal piede dello scivolo all'ingresso. È quindi un metodo collaudato per attenersi alle inclinazioni delle parti della guida specificate dal produttore. La tabella seguente può essere utilizzata come semplice guida:

Forma/materiale dello scivolo del terrenoPendenza minima consigliata
Scivolo a conchiglia, plastica rinforzata con fibra di vetro

33°

Scivolo tubolare in plastica di polietilene

30°

Ciotola o scivolo a tubo in acciaio inossidabile

35°

La tendenza specificata a scivolare si applica agli indumenti "normali", come i jeans di cotone. La velocità di scorrimento aumenta quando si scivola con indumenti in fibra sintetica. Più lungo è uno scivolo in pendenza, maggiore è la velocità di scorrimento, con una base dello scivolo in fibra sintetica. In caso di piste più lunghe o di scivoli a tubo, si consiglia di allegare avvisi o regole di scorrimento riguardanti la posizione di scorrimento e l'abbigliamento dello scivolo.

Per tutti gli scivoli più lunghi, durante la progettazione deve essere assicurato che l'uscita sia chiaramente visibile dalla zona salotto. Ciò consente agli utenti di autoregolarsi per evitare incidenti causati da collisioni sullo scivolo.

Scivolo lungo in acciaio inox con uscita ben visibile

Appendere le guide di estensione, acciaio inossidabile

Numero d'ordine. 74015

Attività commerciale:

A causa del movimento forzato che viene eseguito durante lo scorrimento, è necessario osservare alcuni punti rilevanti per la sicurezza durante l'azionamento delle guide. Nell'area salotto, prestare particolare attenzione alle aperture e agli spazi in cui possono rimanere impigliati le dita o gli indumenti. A seguito di modifiche all'attrezzatura di gioco dovute all'uso e agli agenti atmosferici, tali punti pericolosi possono comparire anche solo nel corso del periodo di utilizzo.
Inoltre, quando si utilizza una protezione anticaduta allentata, è necessario assicurarsi che, dopo la corsa, il materiale che viene spostato scivolando e scappando venga regolarmente regolato di nuovo. In caso contrario esiste il rischio che il requisito di protezione anticaduta sia troppo basso e l'effetto ammortizzante non sia più sufficiente e l'altezza consentita dell'uscita venga superata.
Un'altra attenzione deve essere prestata alla diapositiva stessa. Secondo lo standard dell'attrezzatura del parco giochi, l'attrezzatura del parco giochi deve essere controllata per danni evidenti una volta alla settimana. Se si riscontrano danni alle guide che rappresentano un potenziale rischio di lesioni a causa di spigoli vivi, fori o scheggiature, la guida/dispositivo deve essere immediatamente bloccato. Inoltre, è necessario tenere conto dell'usura, in particolare con le guide in vetroresina. Se lo strato colorato si è esaurito nell'area di run-out e si vede il tappetino in fibra di vetro, il vetrino è usurato e deve essere sostituito il prima possibile. In caso contrario, se si continua ad utilizzarlo, c'è il rischio che le sottili fibre di vetro penetrino nella pelle durante l'uso.

Conclusione

Se si considera quale scivolo è quello giusto per le esigenze e il budget quando si investe nell'attrezzatura da gioco e se si prendono in considerazione le regole di pianificazione, nulla ostacola il divertimento sul classico. Per garantire che ciò avvenga durante l'uso, il sistema deve essere controllato regolarmente e, secondo lo standard delle attrezzature da gioco, una volta all'anno da una persona competente.